Riconosciute le virtù eroiche della serva di Dio Angelina Pirini

A seguito dell’Udienza concessa al Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto del Dicastero delle Cause dei Santi, Papa Francesco ha autorizzato il medesimo Dicastero a promulgare il Decreto riguardante le virtù eroiche della serva di Dio Angelina Pirini, giovane di Azione Cattolica.
E’ stato così riconosciuto che la venerabile Angelina ha praticato in grado eroico le virtù teologali della fede, speranza e carità verso Dio come verso il prossimo, e le virtù cardinali della prudenza, giustizia, fortezza e temperanza come le altre virtù connesse.
Per la beatificazione occorrerà il riconoscimento di un miracolo, per esempio una guarigione inspiegabile dal punto di vista umano, avvenuto per intercessione di Angelina, dopo la sua morte.

Per questo motivo è bene invocare nella preghiera la sua intercessione.

Angelina è nata il 30 marzo 1922 a Celle di Sala e si è iscritta giovanissima all’Azione Cattolica. È morta il 2 ottobre 1940 in seguito a malattia. Nella malattia trovò motivo per offrire a Dio le sue sofferenze fisiche e morali. Era suo desiderio offrirsi come vittima di riparazione per il mondo. Il 12 ottobre 1985 venne aperto il
processo diocesano per il riconoscimento canonico della santità.
Dal 25 marzo 2001 la salma riposa in un sarcofago di marmo, voluto dal vescovo Socche, presso l’altare di Santa Maria Goretti, all’interno
della chiesa parrocchiale di Sala di Cesenatico, sua parrocchia
d’origine