Author:

6 giugno 1621 / 2021- IV Centenario del Monastero delle Clarisse Cappuccine di Cesena

Sono trascorsi quattrocento anni dalla costruzione del primo monastero delle monache clarisse cappuccine a Cesena.

Domenica 6 giugno, giorno anniversario e solennità del Corpus Domini, si terrà la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo.

In preparazione si allega il programma degli appuntamenti previsti per solennizzare l’appuntamento.

Sabato 8 maggio una riflessione sulla spiritualità monastica delle clarisse cappuccine.

Sabato 22 maggio la presentazione del volume sulla storia del monastero cesenate, a cura del prof. Marino Mengozzi.


8 maggio 2021: Lavoro in festa

Si terrà sabato 8 maggio 2021 l’annuale appuntamento legato alla “festa cristiana del lavoro”.

Il Vescovo mons. Douglas Regattieri presiederà la celebrazione eucaristica in Cattedrale alle ore 18.

L’animazione è affidata alla Commissione diocesana “Gaudium et Spes”, dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro.

Due avvenimenti da ricordare sono:

– la pubblicazione dell’Enciclica “Fratelli tutti” sui temi della fraternità e l’amicizia sociale;

– l’ormai prossima 49 esima Settimana sociale dei cattolici italiani che si terrà a Taranto, dal 21 al 24 ottobre 2021, sul tema: “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro e futuro”.

 

Ritiro spirituale per il presbiterio

E’ fissato per giovedì 13 maggio p. v. il Ritiro spirituale del presbiterio nel tempo pasquale.

Don Lanfranco Bellavista, parroco della Diocesi di Rimini, terrà la meditazione alla quale faranno seguito l’adorazione eucaristica e il dialogo e confronto fraterno tra sacerdoti.

L’appuntamento è per la mattinata, dalle 9,15 alle 12, presso la Basilica Concattedrale di San Vicinio a Sarsina.

 

Disposizioni del Vescovo per i mesi di maggio e giugno 2021

In data 30 aprile u. s. mons. Douglas Regattieri ha inviato una comunicazione inerente le attuali disposizioni in vista delle proposte pastorali per questi prossimi mesi di maggio e giugno.

Le iniziative diocesane, come quelle parrocchiali, dovranno svolgersi nel rispetto di quanto i protocolli prevedono in materia di contrasto della pandemia da Covid-19.


Nomine Vescovili

Parrocchia di San Mauro in Valle

 Il Vescovo mons. Douglas Regattieri ha chiamato a guidare pastoralmente la parrocchia di San Mauro in Valle il sacerdote “fidei donum” Don Jude Kondappassery.

Originario dell’India, don Jude proviene dalla diocesi di Alleppey (Kerala).

Ha 38 anni. E’ stato ordinato sacerdote il 27 aprile 2011.

Dal 2013 al 2019 ha completato gli studi a Roma laureandosi in teologia della missione.

Dal mese di settembre 2020, ha svolto il ministero sacerdotale presso la concattedrale di San Vicinio a Sarsina.

Domenica 23 maggio 2021, solennità di Pentecoste, è fissato l’inizio del suo nuovo servizio parrocchiale, a San Mauro in Valle.

Legale rappresentante dell’ente parrocchia è stato nominato mons. Ernesto Giorgi, vicario episcopale per l’Economia.

 

Cimitero urbano di Cesena

In data 1 maggio 2021, mons. Vescovo ha nominato Cappellano del Cimitero urbano di Cesena, il Can. Tarcisio Dall’Ara. Subentra a don Giovanni Zoffoli che aveva assunto l’incarico dal novembre 2019.

E’ morto Don Tarcisio de Giovanni

È morto nella serata di venerdì 23 aprile 2021 don Tarcisio De Giovanni. Era residente presso la casa di riposo “Opera don Baronio” di Cesena, dopo essersi ritirato da alcuni anni presso la casa del clero, in via Isei.

Classe 1931, don Tarcisio De Giovanni avrebbe compiuto 90 anni l’8 agosto prossimo.

Fu ordinato sacerdote il 14 agosto 1955, nella chiesa parrocchiale di Gattolino.

Ha trascorso lunghi anni della sua vocazione sacerdotale in missione, in particolare al servizio della Diocesi di Quelimane, in Mozambico.

Ha speso i primi anni di sacerdozio come cappellano a Sant’Egidio e a San Vittore.

Per dieci anni, dal 1962 al 1972, è stato cappellano a Carpineta, prima di partire come missionario “fidei donum” in aiuto a don Primo Ricci, sacerdote diocesano che già da tempo viveva in Mozambico, nelle missioni di Mocubela e di Bajone.

Presso la missione africana don Tarcisio ha vissuto fino al 1997. Rientrato a Cesena, è stato amministratore parrocchiale a San Martino in Fiume e dal 2000 al 2006 cappellano del cimitero urbano di Cesena.

 

Il fuoco della missione ha continuato ad alimentare la fede di don Tarcisio e nel 2007 per brevi periodi è tornato in Mozambico, “per poter realizzare questo ultimo desiderio – le sue parole in una intervista pubblicata sul Corriere Cesenate nell’ottobre 2007 -: costruire un santuario ai piedi del monte Muhogole, a Mulevala, in ricordo di un’apparizione simultanea in cinque luoghi diversi di Maria con il Bambino Gesù, avvenuta nell’anno mariano 1987. “Un santuario è fonte di luce, preghiera, santità, devozione – così spiegava la sua nuova missione – Nello stesso tempo, è anche un affluire di benessere per una popolazione”.